5 minuti con Gesù

Commento al Vangelo del giorno a cura di P. Antonio Maria Carfì

14 Novembre 2023 - Martedì

14 Novembre 2023 - Martedì

 

Carissimi Amici, buongiorno a tutti! Dio è Amore!

Mettiamoci in ascolto della Parola di Gesù:

Dal Vangelo secondo Luca – 17,7-10

In quel tempo, Gesù disse:
«Chi di voi, se ha un servo ad arare o a pascolare il gregge, gli dirà, quando rientra dal campo: “Vieni subito e mettiti a tavola”? Non gli dirà piuttosto: “Prepara da mangiare, strìngiti le vesti ai fianchi e sérvimi, finché avrò mangiato e bevuto, e dopo mangerai e berrai tu”? Avrà forse gratitudine verso quel servo, perché ha eseguito gli ordini ricevuti?
Così anche voi, quando avrete fatto tutto quello che vi è stato ordinato, dite: “Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare”».

Gesù si serve di questa parabola per rivelarci ancora una volta chi è Lui e chi siamo noi. Ed utilizza l’immagine del padrone e dei servi per mostrarci come con la Sua venuta sulla terra i valori sono ormai ribaltati. Lui è il “padrone” che si è fatto servo per amore.
Quando i discepoli litigheranno tra loro per stabilire chi fosse il più grande, Gesù lascerà questo insegnamento: «I re delle nazioni le governano, e coloro che hanno potere su di esse sono chiamati benefattori. Voi però non fate così; ma chi tra voi è più grande diventi come il più giovane, e chi governa come colui che serve. Infatti chi è più grande, chi sta a tavola o chi serve? Non è forse colui che sta a tavola? Eppure io sto in mezzo a voi come colui che serve» (Luca 22,27-27).
Ad un’umanità sempre in affannosa ricerca della “libertà” Gesù indica la strada per acquisirla definitivamente: il servizio per amore, di Dio e dei fratelli. Mentre per il mondo siamo liberi nella misura in cui abbiamo qualcuno che ci serve, per Dio siamo liberi quando liberamente scegliamo di farci servi per amore, servi dell’Amore.
Questo farsi schiavi dell’amore è la medicina definitiva contro l’egoismo, contro ogni logica autoreferenziale secondo la quale le mie esigenze vengono prima di qualsiasi altra cosa. Per questo l’Apostolo Paolo afferma: «Voi infatti, fratelli, siete stati chiamati a libertà. Che questa libertà non divenga però un pretesto per la carne; mediante l'amore siate invece a servizio gli uni degli altri» (Galati 5,13).
Un’ultima annotazione. L’espressione “servi inutili” potrebbe farci pensare che siccome, effettivamente, siamo molto limitati allora è inutile impegnarsi per cui potrebbe favorire un atteggiamento di disimpegno, quasi un alibi per tirarsi indietro rispetto alle responsabilità delle nostre vocazioni. In realtà, la traduzione dal greco è differente: non tanto servi “inutili” quanto servi “senza utile”, senza guadagno. Cambia tutto! La nostra cooperazione al progetto di Dio è fondata sulla gratuità del Suo Amore per noi e sulla gratuità della nostra risposta. Non cerchiamo alcun utile/guadagno perché siamo già ricchissimi dell’Amore di Dio; essere Suoi e la gioia che ne deriva è la nostra ricompensa. È la risposta concreta al «gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date» (Matteo 10,8).

Caro Gesù,
ascoltarTi è un piacere.
Ogni volta con poche parole
ribalti completamente la visione della vita
che ha l’Uomo ferito dal peccato.
Sì, lo ammettiamo:
talvolta ci siamo anche noi
tra coloro che sono convinti che
per essere felici si debba possedere,
si debba sottomettere qualcuno per sentirsi grandi!
Mentre l’unica cosa
che ci rende veramente grandi
è amare e lasciarci amare,
nella verità, nell’umiltà.
Non è nell’asservire gli altri
che esaltiamo la nostra umanità,
piuttosto così facendo diamo vita
a caricature tragicomiche dell’essere umano.
Solo servendo gli altri, senza calcoli,
senza interessi nascosti,
diventiamo ciò per cui siamo stati creati:
figli di Dio e fratelli tra di noi.
Se stringiamo le mani e il cuore
nel tentativo grottesco di dominare tutto e tutti
ci ritroveremo più poveri di umanità,
più tristi e angosciati per la paura
di non avere mai abbastanza.
Se invece interpretiamo la vita come un dono Tuo,
unico ed irripetibile,
da vivere nella logica del “darsi” gratuito
ci ritroveremo ricchi di umanità,
operatori di pace e costruttori di ponti e non di muri.
Ci sentiremo, pur con tutte le nostre fragilità,
felici di rendere felici gli altri,
felici di servirli per amore
sicuri che un giorno ci sentiremo dire:
“Lo avete fatto a Me”.

 

Buona giornata a tutti! La Mamma Celeste ci benedica e sorrida sempre!

Appuntamenti

Orari

Sante Messe Domenicali

8.30
10.30
18.00


Preghiera quotidiana

La Fraternità accoglie quanti desiderano unirsi
alla preghiera comunitaria

6.30 Lodi e Santa Messa
(Lunedì ore 7.00)
12.00 Ora media e Santo Rosario
16.30 Vespri, Adorazione eucaristica e Santo Rosario

Logo bianco Cittadella dell'Immacolata