5 minuti con Gesù

Commento al Vangelo del giorno a cura di P. Antonio Maria Carfì

24 Marzo 2024 - Domenica delle Palme

24 Marzo 2024 - Domenica delle Palme

Carissimi Amici, buongiorno a tutti! Dio è Amore!

Questo nostro consueto saluto acquista proprio oggi, Domenica delle Palme, un significato particolare: Dio è Amore! E per questo ci ama sino alla follia della Croce! Ci ama sino alla fine (Giovedì Santo, lavanda dei piedi: Giovanni 13,1-11): espressione che non significa ‘fino al termine della vita di Gesù’, ma sino al ‘fine’ (Venerdì Santo, la Crocifissione: Giovanni 19,16-18), ossia sino alla perfezione dell’Amore di Dio che desidera comunicarci la Sua Vita.
Lo aveva detto Gesù qualche ora prima dell’arresto: “Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici” (Giovanni 15,13). E allora stiamo entrando nella Grande Settimana, come la chiamavano i Padri, che ci farà rivivere gli ultimi giorni della vita di Gesù su questa terra.
Oggi contempliamo il Suo ingresso trionfale a Gerusalemme. È un tripudio di festa e di gioia, il popolo lo acclama come il Messia, i mantelli sono stesi al Suo passaggio, applausi e clamori. Sì, sarà una Settimana rumorosa intorno a Gesù: oggi “Osanna, Osanna”; nei prossimi giorni le grida aspre dei Suoi accusatori; la voce sommessa, ma ‘fragorosa’ del traditore; Venerdì Santo “Crucifige, crucifige!”.
È sempre così quando c’è di mezzo il cuore dell’uomo, così ondivago nei suoi sentimenti, così facile a passare dall’approvazione al livore in un batter d’occhi, a seconda di come soffia il vento. L’Unico che parlerà pochissimo sarà proprio Lui, la Parola fatta carne. Che paradosso! E non mi meraviglio: l’Amore non ha bisogno di molte parole per esprimersi: talvolta lo fa in modo incredibilmente efficace proprio attraverso il silenzio. Già, perché noi amiamo ‘a parole’; Dio ama ‘con la Parola’ che nell’eternità risuona portandosi dietro l’eco dei nostri nomi ormai scritti nei Cieli, proprio grazie a questa Settimana, grazie a questo Dio che ama così!
E allora oggi non abbiamo bisogno di dire molte parole. Dobbiamo solo chiedere la grazia di potere vivere questa Santa Settimana senza lasciare cadere neanche una sola briciola della Sua Parola, senza sprecare una sola sillaba di questa drammatica e stupenda dichiarazione d’Amore che il Signore farà alla nostra vita, scrivendola con la penna stilografica che è la Sua Croce, intinta nell’inchiostro più potente ed indelebile mai esistito: il Suo Sangue!
Una sola creatura tacerà completamente in questi giorni: la Madre. Sua Madre! Non sarà, il Suo, il silenzio degli sconfitti e dei disperati, ma lo spazio necessario per vedere nascere, Lei esperta di maternità soprannaturali, un Uomo nuovo, un’umanità rinnovata nel Sangue dell’Agnello, nel Sangue del Suo Figlio. E allora preghiamoLa, la Madre, Sua e nostra:

Donaci il Tuo silenzio, Maria,
perché non una briciola
della Parola di Dio vada perduta.
Donaci il Tuo silenzio,
perché tante paure gridano dentro di noi,
tante angosce serpeggiano nei nostri cuori,
rumorose ed assordanti.
Fai tacere tutte le voci che urlano,
in noi e fuori di noi, che siamo soli,
che nessuno ci aiuterà, né oggi né mai!
Donaci il Tuo silenzio, Maria.
Sì, proprio quello della santa notte di Betlemme
quando accogliesti nelle Tue braccia il Dio fatto Bambino.
Ma anche il silenzio del Venerdì Santo
quando quelle stesse braccia
accolsero l’Uomo-Dio morto sulla Croce. Per amore!
Ancora un silenzio osiamo chiedere a Te, Benedetta nei secoli:
quello della notte della Risurrezione
che non ebbe testimoni all’infuori della Tua fede.
E non sarà mai più notte nella nostra vita!

Santa Domenica delle Palme a tutti! La Mamma Celeste ci benedica e sorrida sempre!

Appuntamenti

Orari

Sante Messe Domenicali

8.30
10.30
18.00


Preghiera quotidiana

La Fraternità accoglie quanti desiderano unirsi
alla preghiera comunitaria

6.30 Lodi e Santa Messa
(Lunedì ore 7.00)
12.00 Ora media e Santo Rosario
16.30 Vespri, Adorazione eucaristica e Santo Rosario

Logo bianco Cittadella dell'Immacolata