5 minuti con Gesù

Commento al Vangelo del giorno a cura di P. Antonio Maria Carfì

26 Settembre 2023 - Martedì

26 Settembre 2023 - Martedì

 

Carissimi Amici, buongiorno a tutti! Dio è Amore!

Mettiamoci in ascolto della Parola di Gesù:

Dal Vangelo secondo Luca – 8,19-21 –

In quel tempo, andarono da Gesù la madre e i suoi fratelli, ma non potevano avvicinarlo a causa della folla.
Gli fecero sapere: «Tua madre e i tuoi fratelli stanno fuori e desiderano vederti».
Ma egli rispose loro: «Mia madre e miei fratelli sono questi: coloro che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica».

Il brano di oggi viene ancora oggi utilizzato dai nostri fratelli Protestanti per dimostrare che Gesù non aveva rapporti con sua Madre, come se la volesse tenere fuori dalla Sua azione messianica, come se la volesse escludere dalla Sua vita. Naturalmente si tratta di una lettura errata e fuorviante. Basterebbe pensare al Quarto Comandamento: «Onora tuo padre e tua madre, perché si prolunghino i tuoi giorni nel paese che il Signore, tuo Dio, ti dà» (Esodo 20,12).
Poteva Gesù, la Legge fatta Carne, mancare di rispetto alla Madre? La risposta è scontata. Qual è dunque il senso del brano di oggi? È molto semplice. Gesù sta consegnando alla Chiesa di ogni tempo lo statuto del vero discepolo. Non si è discepoli per consanguineità. Sullo sfondo c’è la polemica nella Chiesa delle origini nei confronti di coloro che essendo “parenti” di Gesù pretendevano dei posti di rilievo nelle Comunità nascenti. Gesù sta dicendo che il vero discepolo è solo colui/colei che ascolta la Parola di Dio e la mette in pratica! Non basta ascoltarla ovviamente. Occorre poi farla diventare “carne” nella propria vita, come ha fatto Maria!
Così scrive l’Apostolo Giacomo: «Siate di quelli che mettono in pratica la Parola, e non ascoltatori soltanto, illudendo voi stessi» (Giacomo 1,22). Ritorna, come nel Vangelo di ieri, l’esortazione perentoria alla qualità dell’ascolto. Siamo autentici discepoli di Gesù quando ascoltiamo la Sua Parola e ne facciamo la Bussola della nostra vita; quando permettiamo alla Parola di farsi “carne” in noi, cioè opere, progetti, gesti, parole. E qui si rimette in primo piano la figura di Maria. Chi più e meglio di Lei ha ascoltato la Parola e l’ha messa in pratica? Chi più e meglio di Lei ha amato talmente tanto la Parola da permetterLe di farsi Vita dentro il Suo grembo immacolato? Ecco perché Gesù non la sta mettendo affatto “da parte”, anzi la sta proponendo implicitamente come modello di ogni vero discepolo.
Da sottolineare ancora una cosa bellissima: l’intimità che nasce tra noi e Gesù se ascoltiamo e accogliamo con amore la Sua Parola diventiamo anche noi Sua madre e fratelli Suoi. È ciò che sogna Dio! Che il nostro rapporto con Lui non sia fondato sulle paure, più o meno inconsce, ma che sia fondato sull’Amore, sulla familiarità ed intimità con Lui che non toglieranno le nostre debolezze, ma ci renderanno fortemente motivati nel nostro cammino alla sequela del Signore, alla scuola di Maria!

Caro Gesù,
oggi accogliamo la Tua Parola
e sentiamo un fremito di stupore e di gioia
perché ci fai comprendere cosa fa la Tua Parola in noi,
a quale intimità ci chiami a vivere il rapporto con Te.
È bellissimo sapere che Tu sei Dio, ma ci chiami Fratelli,
per un legame non “di sangue”,
ma per il Sangue che Tu hai versato per noi.
È bellissimo sapere che accogliendo la Tua Parola
e facendola dimorare in noi con la fede e la preghiera
possiamo diventare addirittura Tue “madri”,
possiamo concepirTi in noi e poi
portarTi alla luce nelle nostre case
nei nostri quartieri, nelle nostre comunità.
Che mistero: noi partorire la Luce alla luce,
e dare vita alla Vita e amare l’Amore,
se solo ascoltiamo la Tua Parola.
Noi che ormai facciamo fatica a relazionarci tra di noi
e spesso tutto si esaurisce in relazioni virtuali,
grazie alla Tua Parola scopriamo di essere
veramente intimi con Te e tra di noi!
Veramente! Perché hai dato la Tua Parola di Amore per noi.
Sì, Tu sei un Dio di Parola,
e per mantenerla hai accettato di morire.
Oggi chiediamo alla Tua Mamma
di insegnarci come si fa ad ascoltarTi col cuore,
come si fa a seguirTi fin sotto la Croce,
come si fa a credere all’umano Impossibile,
come si fa a vivere di Parola e di Amore,
come ha fatto Lei, con Lei,
ogni giorno della nostra vita!
Per essere Tuoi veri discepoli!

 

Buona giornata a tutti! La Mamma Celeste ci benedica e sorrida sempre!

Appuntamenti

Orari

Sante Messe Domenicali

8.30
10.30
18.00


Preghiera quotidiana

La Fraternità accoglie quanti desiderano unirsi
alla preghiera comunitaria

6.30 Lodi e Santa Messa
(Lunedì ore 7.00)
12.00 Ora media e Santo Rosario
16.30 Vespri, Adorazione eucaristica e Santo Rosario

Logo bianco Cittadella dell'Immacolata