5 minuti con Gesù

Commento al Vangelo del giorno a cura di P. Antonio Maria Carfì

8 Agosto 2023 - Martedì

8 Agosto 2023 - Martedì

 

Carissimi Amici, buongiorno a tutti! Dio è Amore!

Mettiamoci in ascolto della Parola di Gesù:

Dal Vangelo secondo Matteo - 15,1-2.10-14 -

In quel tempo, alcuni farisei e alcuni scribi, venuti da Gerusalemme, si avvicinarono a Gesù e gli dissero: «Perché i tuoi discepoli trasgrediscono la tradizione degli antichi? Infatti quando prendono cibo non si lavano le mani!».
Riunita la folla, Gesù disse loro: «Ascoltate e comprendete bene! Non ciò che entra nella bocca rende impuro l’uomo; ciò che esce dalla bocca, questo rende impuro l’uomo!».
Allora i discepoli si avvicinarono per dirgli: «Sai che i farisei, a sentire questa parola, si sono scandalizzati?».
Ed egli rispose: «Ogni pianta, che non è stata piantata dal Padre mio celeste, verrà sradicata. Lasciateli stare! Sono ciechi e guide di ciechi. E quando un cieco guida un altro cieco, tutti e due cadranno in un fosso!».

«Ascoltate e comprendete bene!». È l’esortazione che Gesù fa anche a noi oggi. È la volontà che il Padre ci ha manifestato nella Trasfigurazione, domenica scorsa: «Ed ecco una voce dalla nube che diceva: “Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento. Ascoltatelo”».
Dobbiamo ascoltarlo e comprenderlo bene il Signore perché da questo dipende la qualità della nostra vita sulla terra e l’Eternità. L’insegnamento di oggi tocca il tema della libertà: «Non ciò che entra nella bocca rende impuro l’uomo; ciò che esce dalla bocca, questo rende impuro l’uomo!». Gesù ci libera dalla paura che le cose esterne a noi possano renderci impuri (paura tipicamente di chi cerca di vivere la fede) e proclama la grandezza del nostro cuore: da noi e solo da noi può uscire il bene e il male; è una scelta personale.
Allora sarà necessario preoccuparsi ossia fare discernimento su ciò che scegliamo per nutrire il nostro cuore: se il cibo buono della preghiera, della carità, dell’umiltà, della verità o il cibo velenoso del rancore, dell’orgoglio e della superbia, della menzogna… La vita cristiana in fondo è una scelta quotidiana di ciò che dobbiamo mangiare per rendere san(t)o il nostro cuore.
Certo per noi sarebbe più facile restare ingabbiati dentro schemi e pratiche e tradizioni religiose consolidate; le cosiddette pratiche di pietà con le quali corriamo il rischio di sviluppare una spiritualità di abitudine e fare le cose più con la bocca che con il cuore.
Ferma restando la validità di queste cose Gesù però vuole invitarci ad un atteggiamento diverso, più libero, forse anche di sbagliare, ma più vero e autentico. Questa vigilanza su noi stessi ci permette di acquisire una sapienza divina che diventa lampada per i nostri passi e luce sul nostro cammino, per noi e per gli altri così da poter essere anche un sostegno per chi è più fragile e fa fatica a “vedere” il cammino da compiere. Insieme!

Caro Gesù,
quanto è bella e terapeutica la Tua Parola!
Tu sai quanto è forte la calamita del mondo
che ci attira e ci fa uscire costantemente fuori di noi.
Tu sai quanto oggi più che mai
siamo preoccupati della nostra immagine,
quanti sforzi facciamo
perché essa appaia bella agli occhi del mondo,
occhi sempre più esigenti,
occhi sempre più spietatamente giudicanti
e in questa affannosa ricerca dei “mi piace” degli altri
finiamo talvolta per perdere il centro di noi stessi
e di non sapere più né chi siamo, né cosa vogliamo davvero.
E Tu per guarirci ci prendi per mano
e ci riporti al centro di noi stessi!
Non è ciò che viene dall’esterno che ci rende belli o meno belli,
ma ciò che abbiamo nel cuore.
Mentre tutti ci invitano ad uscire fuori di noi,
Tu ci educhi a fare pace col nostro cuore.
Mentre facciamo sforzi titanici per piacere agli altri,
Tu ci educhi innanzitutto a piacere a noi stessi,
a fare pace con i nostri difetti e fragilità e imperfezioni.
Grazie Gesù perché a noi abitanti del villaggio globale
insegni innanzitutto a riprendere possesso del nostro cuore,
ab abitare il nostro cuore per ritrovare la verità di noi stessi.
Non sarà mai fuori di noi che troveremo la pace interiore,
ma solo dentro di noi quando finalmente ci renderemo conto
che Tu abiti in noi, Ospite discreto, Amico sicuro,
Principio e Fine di ogni cosa.

 

Buona giornata a tutti! La Mamma Celeste ci benedica e sorrida sempre!

Appuntamenti

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Orari

Sante Messe Domenicali

10.30
18.00


Preghiera quotidiana

La Fraternità accoglie quanti desiderano unirsi
alla preghiera comunitaria

6.30 Lodi e Santa Messa
(Lunedì ore 7.00)
12.00 Ora media e Santo Rosario
16.30 Vespri, Adorazione eucaristica e Santo Rosario

Logo bianco Cittadella dell'Immacolata