Segui la vita della Cittadella

Lasciate che crescano insieme

Lasciate che crescano insieme

Buon grano e zizzania. Una convivenza che non accettiamo. Che ci infastidisce, e forse ci scandalizza. Eppure è la logica sapiente di Dio: “Lasciate che l'una e l'altro crescano insieme” (Mt 13,30). Sì, perché Lui, “Padrone della forza, giudica con mitezza e ci governa con molta indulgenza” (cfr. Sap 13,18). Il Signore esercita la sua misericordia attraverso l'attesa paziente della nostra conversione. Senza pretendere la perfezione. Ma piuttosto dando valore ai semi di bene che abitano nel cuore di ognuno di noi.

«A Dio non interessa la perfezione, ma il bene di ogni persona». Così p. Francesco ha sintetizzato e attualizzato il messaggio del Vangelo (Mt 13,24-43). Aggiungendo: «Il buon grano che Dio vuole salvare rappresenta ciascuno di noi». E in occasione della Terza Giornata Mondiale dei Nonni e degli Anziani, ha invitato tutti i presenti ad una maggiore cura verso questi nostri fratelli, spesso messi da parte da una società efficientista, accecata dalla "cultura dello scarto". Al termine della Messa abbiamo recitato insieme la preghiera ai SS. Gioacchino e Anna, e ogni fedele ha ricevuto una Medaglietta Miracolosa, con l’impegno di regalarla ad un anziano.

Alla celebrazione ha partecipato anche il numeroso gruppo del Rinnovamento nello Spirito di Palmi. Che ha poi vissuto un momento di catechesi sulla chiamata e la missione di Mosè, coronato dall’Adorazione eucaristica. Un momento forte di preghiera soprattutto per venti giovani del gruppo che parteciperanno alla Giornata Mondiale della Gioventù a Lisbona.

Nella celebrazione serale, la riflessione di p. Santo Donato è partita dal versetto centrale del Vangelo: “Lasciate che la zizzania cresca assieme al grano, poi viene la mietitura” (cfr. Mt 13,30). Un invito forte a non giudicare nulla prima del tempo, e ad impegnarsi coraggiosamente nel bene: «Meglio ricevere il male anziché farlo». Essere buon grano significa anche vivere nella dimensione della lode e della gratitudine: «Dai lode a Dio, non lamentarti di nulla, non affannarti, perché ad ogni giorno basta la sua pena». L’immagine della mietitura contiene poi un forte richiamo escatologico: «Sei creato per l'eternità! Accetta ciò che ti viene dalla vita, sia le gioie che i dolori. E mantieni il cuore proteso a quella festa che non finirà mai, in paradiso, quando finalmente i nostri occhi vedranno il Signore!». Lode dunque, pace profonda e certezza della felicità eterna che ci attende. Sia il Cielo la nostra meta, perché il buon grano che seminiamo oggi sulla terra fiorisca in abbondanza e porti frutto per la vita eterna!

Orari

Sante Messe Domenicali

8.30
10.30
18.00


Preghiera quotidiana

La Fraternità accoglie quanti desiderano unirsi
alla preghiera comunitaria

6.30 Lodi e Santa Messa
(Lunedì ore 7.00)
12.00 Ora media e Santo Rosario
16.30 Vespri, Adorazione eucaristica e Santo Rosario

Logo bianco Cittadella dell'Immacolata