5 minuti con Gesù

Commento al Vangelo del giorno a cura di P. Antonio Maria Carfì

15 Maggio 2024 - Mercoledì

15 Maggio 2024 - Mercoledì

Carissimi Amici, buongiorno a tutti! Dio è Amore!

Mettiamoci in ascolto della Parola di Gesù:

Dal Vangelo secondo Giovanni - Gv 17,11-19

In quel tempo, [Gesù, alzàti gli occhi al cielo, pregò dicendo:]
«Padre santo, custodiscili nel tuo nome, quello che mi hai dato, perché siano una sola cosa, come noi.
Quand’ero con loro, io li custodivo nel tuo nome, quello che mi hai dato, e li ho conservati, e nessuno di loro è andato perduto, tranne il figlio della perdizione, perché si compisse la Scrittura. Ma ora io vengo a te e dico questo mentre sono nel mondo, perché abbiano in se stessi la pienezza della mia gioia. Io ho dato loro la tua parola e il mondo li ha odiati, perché essi non sono del mondo, come io non sono del mondo.
Non prego che tu li tolga dal mondo, ma che tu li custodisca dal Maligno. Essi non sono del mondo, come io non sono del mondo. Consacrali nella verità. La tua parola è verità. Come tu hai mandato me nel mondo, anche io ho mandato loro nel mondo; per loro io consacro me stesso, perché siano anch’essi consacrati nella verità».

Questa preghiera ci stringe il cuore e lo trafigge di dolore perché purtroppo noi cristiani non siamo ancora una sola cosa. Tante divisioni feriscono il cuore del Corpo mistico di Cristo che è la Chiesa e feriscono ancora il Cuore di Cristo. Per cui oggi ci prendiamo l’impegno di pregare perché si possa presto arrivare all’unità tra la Chiesa Cattolica, Ortodossa e Protestante. Vi immaginate quale forza ed efficacia avremmo come cristiani se fossimo tutti uniti sotto l’Unico Pastore?
Poi Gesù continua: “Non prego che tu li tolga dal mondo, ma che tu li custodisca dal Maligno...”. Gesù sa che abbiamo un nemico implacabile della nostra serenità e della nostra pace: il Maligno, il diavolo, la cui parola (dal greco dià-ballō) significa letteralmente: colui che divide! Il Maligno cerca di dividerci, sempre.
Innanzitutto crea divisione nel nostro cuore, ispirandoci pensieri, desideri, progetti contrari alla volontà di Dio. Su cosa fa leva? Lui non ha armi per colpirci e così si serve delle nostre debolezze, delle nostre paure. Si serve anche del nostro orgoglio, dell’egoismo, del desiderio di essere il centro di tutto e di tutti. E se il nostro cuore è diviso in sé stesso è più facile poi creare divisione nelle famiglie, nei rapporti umani.
Gesù prega il Padre per noi, perché ci custodisca dal Maligno. E ci dice una cosa importante che faremmo bene a ricordare spesso: noi viviamo ‘nel’ mondo, ma non siamo ‘del’ mondo. Ossia, come tutti gli esseri umani viviamo dentro le realtà del mondo: la famiglia, il lavoro, gli amici, le cose materiali necessarie e utili. E tuttavia dobbiamo avere coscienza che non dobbiamo vivere secondo lo ‘spirito del mondo’: invidia (anziché gioia per il bene degli altri), gelosia (piuttosto che desiderio di condividere), brama di possedere (invece che generosità nel donare).
Siamo dunque chiamati a vivere dentro questo ‘mondo’, ma senza sposarne le logiche e interpretando la nostra vita come una vocazione – indipendentemente dal nostro stato di vita – cioè l’impegno di mettere dentro il tessuto malato di questo mondo l’unica medicina capace di guarirlo e di guarirci ogni giorno: l’Amore di Dio!
Infine Gesù chiede al Padre di “consacrarci nella verità” e siccome Gesù stesso è la Verità, allora vuol dire che siamo ‘resi sacri in Lui’. E la Verità ci fa liberi (cfr. Giovanni 8,32), della libertà dei figli di Dio. E la Verità non è un concetto, un’idea giusta: è una Persona! È bello avere la relazione con questa Persona che ci rende liberi, capaci di amare come Lui, forti nella tribolazione, sempre disponibili al perdono, consapevoli che la vita è un dono che viene dall’Amore di Dio, per la missione che consiste nel fare conoscere questo Amore che dà senso ad ogni cosa.

Caro Gesù,
grazie perché da ogni Tua sillaba
traspare l’infinito Amore che hai per noi!
Grazie perché solo la Tua Parola
ci insegna a vivere dentro questo mondo
senza rimanere invischiati
da tutto ciò che lo rende inquinato, triste
e ripiegato in sé stesso.
Grazie perché sai
che abbiamo fame e sete di verità,
ma conosci anche le nostre fragilità
e la difficoltà che abbiamo nel fare discernimento
e nel riconoscere qual è il nostro vero bene
e quello delle persone che amiamo.
Grazie perché combatti per noi
e con noi contro il Maligno.
Tu lo hai già vinto per sempre
e lui ci odia per questo.
Aiutaci a custodire il nostro cuore
e le nostre intelligenze
perché nessuna suggestione
possa allontanarci da Te;
nessuna parola suadente e affascinante
possa prendere in noi il posto della Tua Parola.
Consacraci ogni giorno nella verità!
E scopriremo in ogni cosa creata
un’impronta della Tua bellezza.
Ed ogni cosa diventerà occasione
per dirTi grazie! Nella verità!

Buona giornata a tutti! La Mamma Celeste ci benedica e sorrida sempre!

Appuntamenti

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

Orari

Sante Messe Domenicali

10.30
18.00


Preghiera quotidiana

La Fraternità accoglie quanti desiderano unirsi
alla preghiera comunitaria

6.30 Lodi e Santa Messa
(Lunedì ore 7.00)
12.00 Ora media e Santo Rosario
16.30 Vespri, Adorazione eucaristica e Santo Rosario

Logo bianco Cittadella dell'Immacolata