5 minuti con Gesù

Commento al Vangelo del giorno a cura di P. Antonio Maria Carfì

29 Marzo 2024 - Venerdì Santo

29 Marzo 2024 - Venerdì Santo

Carissimi Amici, buongiorno a tutti! Dio è Amore!

Eccoci giunti al giorno in cui questo Amore si rivela totalmente nella Sua follia, per noi incomprensibile: morire sulla Croce. Il Venerdì Santo la Chiesa legge la Passione di Gesù come viene raccontata dal Vangelo di Giovanni (18,1-19,42).
Non c’è bisogno di grandi discorsi oggi, ma solo di un profondo silenzio. Le parole umane, infatti, non sono in grado di descrivere ciò che è accaduto quel Venerdì di duemila anni fa. Una cosa è certa: Gesù, vero Dio e vero Uomo è salito su quella Croce per me! Ha sofferto per me! È morto per me! È risorto per me! Non è un amore platonico, quello di Gesù per noi; un amore ideale, romantico. No! È un amore drammatico e passionale. E la considerazione delle sofferenze atroci che ha subito non deve fermarsi al dolore, ma deve cogliere l’Amore che c’è dentro quel dolore.
Quando parliamo della Passione di Gesù, in genere, siamo portati a pensare alle Sue sofferenze. Ed è giusto così. Ma dobbiamo poi fare un passo avanti e riflettere sull’Amore che c’è dietro e dentro quelle sofferenze. E possiamo allora dire che Gesù ci ha amati e ci ama con un Amore ‘appassionato’, pieno di ‘passione d’amore per noi’. E così lo sguardo va oltre il sangue e le ferite per cogliere la bellezza, la profondità e la radicalità del Suo Amore per noi. Pertanto il Venerdì Santo, che è giustamente vissuto con una certa mestizia, in realtà mi annuncia che Dio Padre mi ama così, fino a questo punto, fino a considerarmi più importante del Figlio se, per salvarmi, proprio il Figlio salirà sulla Croce e morirà per me!

Caro Gesù,
Ti contemplo crocifisso.
E penso:
almeno oggi taccia il nostro folle orgoglio
e gli sguardi taglienti e sospettosi
lascino il posto a vere lacrime di pentimento.
E medito: se da quella Croce
hai chiamato il ladrone a partecipare alla Tua festa,
ciò significa che ci ami perfino
dentro il fallimento e la morte.
E considero ancora:
se da quella Croce ci hai donato Tua Madre
allora vuol dire che è feconda la Croce,
è luogo di doni immensi la Tua Croce.
E comincio a guardare la mia croce
con meno paura e diffidenza.
Perché so che se la guardo con fede
vi vedrò salire con me l’Amore.
Mi rimane fiato per una sola parola,
autenticamente mia, senza ipocrisia,
che dice tutto: grazie!
Perché dall’alto di ogni croce
si respira già profumo di Paradiso.

Buon Venerdì Santo da trascorrere, per quanto possibile, nel silenzio dell’Amore, tra le braccia crocifisse dell’Amante. La Mamma Celeste ci benedica e sorrida sempre!

Appuntamenti

Orari

Sante Messe Domenicali

8.30
10.30
18.00


Preghiera quotidiana

La Fraternità accoglie quanti desiderano unirsi
alla preghiera comunitaria

6.30 Lodi e Santa Messa
(Lunedì ore 7.00)
12.00 Ora media e Santo Rosario
16.30 Vespri, Adorazione eucaristica e Santo Rosario

Logo bianco Cittadella dell'Immacolata