Segui la vita della Cittadella

Una corona di rose

Una corona di rose

Siamo nel cuore del mese di ottobre. Ad aprirlo è stata la memoria di s. Teresa di Gesù Bambino. La santa che promise, dopo la sua morte, una “pioggia di rose” dal Cielo. E una pioggia di rose ha raggiunto la Cittadella dell’Immacolata il 13 ottobre, memoria dell’ultima apparizione di Fatima. Rose che hanno formato una splendida corona per Colei che è “Rosa tra le Rose”. Per colei che ci ha consegnato una “corona di rose” tutta sua: la catena dolce del Rosario.

Nel mese tradizionalmente consacrato al Rosario non sono mancate alla Cittadella le occasioni per annunciare, ricordare, celebrare la bellezza antica e sempre nuova di questa potentissima preghiera. Una preghiera che il nostro s. Massimiliano Kolbe definiva “semplice e sublime insieme”. Egli la proponeva senza timore anche ai giapponesi non ancora cristiani, come strumento per impetrare “la grazia della verità perfetta e della fede” (SK 1171). E concludeva: “La preghiera del rosario rallegra assai l’Immacolata. Inoltre, con questa preghiera noi possiamo facilmente ottenere grandi grazie e la benedizione divina” (SK 1171).

E insieme all’Associazione del Rosario perpetuo, numerosissimi fedeli hanno affollato la nostra cappella in occasione del raduno mensile, che stavolta coincideva con una data particolarmente legata al Rosario. Infatti a Fatima la Vergine si presentò proprio come “Regina del Rosario”. E il 13 ottobre 1917, a sugellare la veridicità delle apparizioni, si verificò lo straordinario miracolo del sole, osservato da migliaia di fedeli anche a molti chilometri di distanza. Un richiamo forte alla conversione: l’urgenza di rimettere il vero Sole, Dio, al centro del nostro mondo.

Col cuore colmo di gratitudine per questa ennesima prova della materna intercessione di Maria, abbiamo vissuto un intenso pomeriggio di preghiera. Le due corone del rosario, intervallate da canti e meditazioni, hanno preceduto la s. Messa. In cui p. Francesco ha ricordato che la rosa da sempre è stata vista come simbolo dell’amore. Le spine poi, che in un certo senso velano la fulgida bellezza di questo fiore, richiamano la sofferenza, a cui si accompagna sempre l’amore autentico. Come non tornare con la memoria a quel cuore circondato di spine che tanto impressionò i pastorelli di Fatima? “Comprendemmo che era il Cuore Immacolato di Maria, ferito dai peccati dell’umanità, che chiedeva riparazione”, raccontava suor Lucia.

Quasi a lenire la sofferenza prodotta da quelle ferite, ecco formarsi lentamente, ai piedi della statua dell’Immacolata nella nostra cappella, una corona di rose. E nel compiere questo semplice gesto di amore filiale, gli occhi di molti fedeli si sono velati di lacrime. Segno della croce personale di ognuno. Segno del bisogno di conforto nelle prove della vita. Segno di gratitudine e amore per le tante grazie già ricevute. Segno, infine, dell’amore di tanti figli che ricambiano come meglio possono l’amore di questa incomparabile Mamma.

È stato un momento di grazia e bellezza. La bellezza delle tante rose, composte in splendide corone, ha arricchito la nostra cappella di un tocco davvero mariano. E nei giorni successivi, contemplando quelle rose nei momenti di preghiera comunitaria, il pensiero di noi Piccoli Fratelli e Sorelle dell’Immacolata si è posato sui tanti fedeli che hanno lasciato quel dono profumato alla Madonna. E il pensiero si è fatto preghiera di intercessione, accorata e perseverante, per le intenzioni di ognuno, note solo a Lei.

Inebriati dal profumo di Maria, la creatura che più di tutte è stata “profumo di Cristo” (2 Cor 2,15), dedichiamo questi ultimi giorni di ottobre ad una più attenta recita del Rosario. Continuando ad offrirla, in continuità con la giornata di digiuno e preghiera da poco vissuta, per il dono inestimabile della pace.

Orari

Sante Messe Domenicali

8.30
10.30
18.00


Preghiera quotidiana

La Fraternità accoglie quanti desiderano unirsi
alla preghiera comunitaria

6.30 Lodi e Santa Messa
(Lunedì ore 7.00)
12.00 Ora media e Santo Rosario
16.30 Vespri, Adorazione eucaristica e Santo Rosario

Logo bianco Cittadella dell'Immacolata