5 minuti con Gesù

Commento al Vangelo del giorno a cura di P. Antonio Maria Carfì

18 Settembre 2023 - Lunedì

18 Settembre 2023 - Lunedì

 

Carissimi Amici, buongiorno a tutti! Dio è Amore!

Mettiamoci in ascolto della Parola di Gesù:

Dal Vangelo secondo Luca – 7,1-10 –

In quel tempo, Gesù, quando ebbe terminato di rivolgere tutte le sue parole al popolo che stava in ascolto, entrò in Cafàrnao.
Il servo di un centurione era ammalato e stava per morire. Il centurione l’aveva molto caro. Perciò, avendo udito parlare di Gesù, gli mandò alcuni anziani dei Giudei a pregarlo di venire e di salvare il suo servo. Costoro, giunti da Gesù, lo supplicavano con insistenza: «Egli merita che tu gli conceda quello che chiede – dicevano –, perché ama il nostro popolo ed è stato lui a costruirci la sinagoga».
Gesù si incamminò con loro. Non era ormai molto distante dalla casa, quando il centurione mandò alcuni amici a dirgli: «Signore, non disturbarti! Io non sono degno che tu entri sotto il mio tetto; per questo io stesso non mi sono ritenuto degno di venire da te; ma di’ una parola e il mio servo sarà guarito. Anch’io infatti sono nella condizione di subalterno e ho dei soldati sotto di me e dico a uno: “Va’!”, ed egli va; e a un altro: “Vieni!”, ed egli viene; e al mio servo: “Fa’ questo!”, ed egli lo fa».
All’udire questo, Gesù lo ammirò e, volgendosi alla folla che lo seguiva, disse: «Io vi dico che neanche in Israele ho trovato una fede così grande!». E gli inviati, quando tornarono a casa, trovarono il servo guarito.

A questo punto è necessario porsi una domanda: ma cos’è veramente la fede? Qual è la fede che Gesù si aspetta da noi? Innanzitutto diciamo che la fede non consiste solo nel credere che Dio esiste, ma nel credere che Dio esiste e ama ognuno di noi come se fossimo le uniche persone viventi sulla Terra!
Secondo un’antica etimologia la parola “credere” deriva dal latino “cor – dare” che significa letteralmente “dare il cuore a qualcuno”. Allora la fede è un atto che impegna il cuore, è un atto di amore! E se autentica si accompagna sempre alla “fiducia”. Ciò che sorprende il Cuore di Gesù è la fiducia del pagano. Ed è quella fiducia che noi possiamo esprimere attraverso questa giaculatoria, soprattutto quando le cose non vanno secondo le nostre preghiere e richieste: “Signore, non capisco, ma mi fido di Te”. Che, se volete, è il prolungamento della preghiera di Gesù nel Getsemani: «Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! Tuttavia non sia fatta la mia, ma la tua volontà» (Luca 22,42).
La nostra fede non è in un “dio” forte e capace di miracoli. No! Noi crediamo che Dio è Padre, cioè è amore e che ha tanto amato ognuno di noi da mandare il Figlio nel mondo perché avessimo il perdono e la Vita eterna! Devo fidarmi del Dio-Amore! E se le cose non vanno secondo le nostre attese e preghiere devo fare un atto di affidamento e dire: “Signore mi fido di Te! Credo che Tu mi ami! Qualsiasi cosa accadrà alla mia vita, sono che sono nelle Tue mani e nel Tuo Cuore e che Tu volgerai ogni cosa per il mio bene”. È questa la fede-fiducia che sorprende Gesù!

Caro Gesù,
sappiamo di non essere degni di Te!
Tu invece ci stupisci perché
hai infranto le barriere della degnità-indegnità,
della purezza-impurità, del merito-demerito
e vieni a noi con la potenza del Tuo Amore
per farci comprendere che non sono le nostre preghiere
o le nostre devozioni o i nostri atti di pietà
a renderci “degni” di Te, ma solo la Tua misericordia!
E allora Ti preghiamo, proprio perché siamo indegni
e peccatori e tiepidi nella fede, e increduli:
Vieni Signore Gesù!
Abbiamo bisogno di Te!
Vieni dentro le nostre paure, dentro i vuoti
e le profonde solitudini!
Vieni dentro le nostre mancanze di amore,
dentro le delusioni e disillusioni della vita!
Vieni dentro i nostri progetti naufragati
e ridisegna Tu nuove traiettorie
e indicaci Tu nuovi orizzonti di luce e di bellezza!
Vieni con la Tua Parola potente
e riempi di senso le tante parole umane vuote
e togli gli spigoli a quelle parole diventate pietre
che ci hanno ferito profondamente nell’anima!
Vieni Gesù e donaci una fede grande, profonda, sincera,
non come quella dei Santi e dei Martiri,
non ne saremmo capaci.
Vieni e donaci la fede di un… pagano!
E diventeremo capaci di strapparTi un sorriso di sorpresa!
E sentiremo una pace profonda nel cuore.

 

Buona giornata a tutti! La Mamma Celeste ci benedica e sorrida sempre!

Appuntamenti

Orari

Sante Messe Domenicali

8.30
10.30
18.00


Preghiera quotidiana

La Fraternità accoglie quanti desiderano unirsi
alla preghiera comunitaria

6.30 Lodi e Santa Messa
(Lunedì ore 7.00)
12.00 Ora media e Santo Rosario
16.30 Vespri, Adorazione eucaristica e Santo Rosario

Logo bianco Cittadella dell'Immacolata