5 minuti con Gesù

Commento al Vangelo del giorno a cura di P. Antonio Maria Carfì

8 Dicembre 2023 - Venerdì

8 Dicembre 2023 - Venerdì

 

Carissimi Amici, buongiorno a tutti! Dio è Amore!

Mettiamoci in ascolto della Parola di Gesù:

Dal Vangelo secondo Luca – 1,26-38

In quel tempo, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallègrati, piena di grazia: il Signore è con te».
A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».
Allora Maria disse all’angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?». Le rispose l’angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch’essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: nulla è impossibile a Dio».
Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l’angelo si allontanò da lei.

La Chiesa oggi mette al centro della nostra attenzione e della nostra preghiera il mistero dell’Immacolata Concezione di Maria. Per dirla in modo semplice e con due parole, Maria è l’unica creatura nella storia dell’Umanità sulla quale il Male non ha avuto influsso, neanche per un solo istante.
Dinanzi a Lei il Maligno ha dovuto arrendersi perché le parole suggestive e suadenti con le quali aveva sedotto Adamo ed Eva e per mezzo delle quali aveva instillato il dubbio nel loro cuore su chi fosse veramente Dio, mostrandolo come “nemico” dell’Uomo: «Ma il serpente disse alla donna: «Dio sa che il giorno in cui voi ne mangiaste si aprirebbero i vostri occhi e sareste come Dio, conoscendo il bene e il male» (Genesi 3,4-5), ebbene, queste parole non hanno mai trovato accoglienza nel Cuore di Maria, perché la grazia di Dio ha circondato la Sua vita sin dal momento del concepimento.
L’Immacolata annuncia al mondo il trionfo della grazia di Dio! È l’annuncio che Dio veglia sulle sorti dell’umanità e che il nostro destino non è un destino di morte, ma di vita; sì, di Vita eterna. L’Immacolata è il nuovo Eden dove risuona senza alcuna distorsione la Parola di Dio. Ed è un Eden così puro e perfetto che la Parola in Lei ha potuto addirittura farsi carne nel mistero del Natale.
L’Immacolata è la pura trasparenza di Dio, è lo Specchio che riflette sul mondo la Luce divina che riscalda, illumina e purifica le coscienze. E se l’Uomo è stato creato ad immagine e somiglianza di Dio, Lei è la “Somigliantissima a Dio” come la celebra la Chiesa d’Oriente, poiché la Trinità Santissima si specchia in Lei e si vede riflessa senza distorsioni o inquinamenti.
Potremmo ancora riempire pagine su pagine per commentare questo mistero di Bellezza e di Grazia. Questo breve spazio non lo consente.
E allora concludiamo dicendo la cosa più bella e consolante: l’Immacolata è tutto ciò che abbiamo detto e infinitamente di più, ma dobbiamo solo aggiungere una cosa: è nostra Madre! Lei è nostra Madre, la Madre che si prende cura di noi e che incessantemente sussurra ai nostri cuori il Suo testamento spirituale consegnatoci a Cana di Galilea: «Qualsiasi cosa mio Figlio vi dirà, fatela» (Giovanni 2,5).

Caro Gesù,
oggi Ti ringraziamo
perché Ti sei donato e hai voluto donarci
una Mamma Immacolata.
Grazie perché l’hai creata Immacolata,
trasparenza purissima della Tua Bellezza.
Insegnaci ad immergere i nostri cuori stanchi
nel Suo Cuore Immacolato,
e ritroveremo la forza di riprendere il cammino.
Aiutaci ad immergere i nostri occhi
annebbiati dalle lacrime
nei Suoi occhi dolcissimi e materni,
e ricominceremo a vedere
oltre gli spazi angusti del dolore,
gli orizzonti senza confini della speranza.
Aiutaci a sentire il Suo grembo immacolato
come la nostra vera Casa
e non sentiremo più l’angoscia della solitudine.
Aiutaci ad incontrarLa nei deserti della nostra vita
come Roveto ardente
che scioglie le durezze dei cuori
e colma di santa intimità le nostre relazioni.
Mostracela come la “Donna vestita di sole”
perché ci spogliamo finalmente
delle foglie di fico dei nostri alibi
per accorgerci che non siamo nudi,
ma già rivestiti di Te, rivestiti di Amore e Santità.
Insegnaci a guardarLa come la Gerusalemme celeste
abitata da tutti i popoli
e riscopriremo la gioia di sentirci tutti fratelli,
in cammino verso la Vita vera.

Buona Solennità a tutti! La Mamma Immacolata ci benedica e sorrida sempre!

Appuntamenti

Orari

Sante Messe Domenicali

8.30
10.30
18.00


Preghiera quotidiana

La Fraternità accoglie quanti desiderano unirsi
alla preghiera comunitaria

6.30 Lodi e Santa Messa
(Lunedì ore 7.00)
12.00 Ora media e Santo Rosario
16.30 Vespri, Adorazione eucaristica e Santo Rosario

Logo bianco Cittadella dell'Immacolata